Dopo anni di tangenziali, metropolitane, palazzi e uffici abbiamo deciso che era ora di cambiare rotta.
Quante volte l’avevamo sentita quella frase “basta, adesso mollo tutto e vado a zappare”?
Ma si sa che spesso è nel passaggio dalla teoria alla pratica che i sogni di molti si infrangono fragorosi.

La nostra avventura è iniziata ormai diversi anni fa. Con la ricerca di un luogo che fosse fertile non solo per le piante ma anche per i nostri sogni. Galeotto fu un week end nell’entroterra della Marche del nord, il Montefeltro a due passi dalla godereccia Romagna e dalla pace dei claustri umbri. Una terra ricca di storia e di cultura, ma non troppo sfruttata dalla rotte turistiche e dall’agricoltura estensiva. Quando abbiamo trovato questo luogo non abbiamo avuto dubbi: c’era tutto quello che avevamo sognato e molto, molto di più. Era lì che avremmo messo a dimora le nostre piante. E non solo. Era lì che sarebbe nata Herbio.

Herbio è oggi un’azienda agricola biologica dedicata alla coltivazione di piante officinali e alla preparazione di prodotti naturali a base di erbe.

Si estende per oltre 10 ettari sulle colline di Carignano, frazione del comune di Fano nota per le sue acque termali. Qui, con un occhio rivolto al mare Adriatico e l’altro agli Appennini, coltiviamo numerose specie di piante officinali ma anche ulivi di varietà leccino e raggiola nel pieno rispetto dei principi dell’agricoltura biologica. All’interno dell’azienda sorge anche un maestoso bosco di querce secolari esteso su una superficie di quasi un ettaro: una vera e propria isola di vegetazione sopravvissuta all’attività dell’uomo dove è facile incontrare caprioli e scoiattoli.

Grazie al contributo della Regione Marche (PSR – Piano di Sviluppo Rurale), a partire da quest’anno Herbio si è anche dotata di un proprio laboratorio alimentare HACCP costruito in bio edilizia. Siamo così in grado di realizzare tutta la filiera alimentare interamente in azienda: dal seme al prodotto confezionato pronto per la vendita.

I nostri metodi di coltivazione

  • Non usiamo prodotti chimici, ma accorgimenti per mantenere sana e viva la terra in modo naturale.
  • Con lavorazioni preventive manteniamo il terreno pulito, attivo e ricco di sostanza organica.
  • Utilizziamo esclusivamente concimi biologici.
  • Eseguiamo a mano il trapianto delle nuove piantine, la raccolta e gli interventi di cura e potatura.
  • Irrighiamo solo al momento dell’impianto e in caso di siccità prolungata, ma lasciamo che la natura, le condizioni climatiche e il sole stimolino nelle nostre piante l’accumulo naturale di principi attivi.
“Biologico significa integro e salutare, per la salute della terra e del nostro corpo”
Vandana Shiva, Ritorno alla terra

Le prime fasi di lavorazione

Distillazione

Per la distillazione usiamo il metodo della corrente di vapore, che consente di ottenere oli essenziali puri e di elevata qualità ed acque aromatiche particolarmente intense. Il passaggio di vapore rende le pareti cellulari più permeabili, fino a determinarne la rottura e la fuoriuscita dell’olio essenziale, il quale, essendo volatile, viene vaporizzato. Attraverso un sistema di raffreddamento è possibile separare l’olio essenziale dall’idrolato o acqua aromatica.

Frangitura

Raccogliamo le nostre olive tramite abbacchiatura nei mesi di ottobre e novembre e le trasportiamo nei frantoi della zona, nota per la sua lunga tradizione nella produzione di olio d’oliva DOP. Qui le drupe vengono lavorate entro e non oltre le 8 ore con il metodo della frangitura a freddo in modo da garantire un olio extravergine d’oliva di categoria superiore ottenuto direttamente dalla spremitura delle olive e unicamente mediante procedimenti meccanici.